Un caleidoscopio d’immagini per l’arte contemporanea

•3 dicembre 2009 • Lascia un commento

Oggi, giovedì 3 dicembre, a Milano, è il giorno dell’inaugurazione della collettiva “Immagina immagini”, che aprirà al pubblico alle h 18 nello spazio espositivo della galleria “Accademia contemporanea” in via san Calocero, 27. La mostra, curata dal prof. Andrea del Guercio, propone le opere di una selezione di giovani artisti, inserendole in una location che da sempre ha promosso un contatto diretto tra la produzione e la fruizione dell’arte. Trecento metri quadrati suddivisi nelle sezioni Accademia Factory e Accademia Arts&Design, che si presentano nella loro duplice dimensione espositiva e commerciale. Anche Bios Vincent è tra i partecipanti di questa collettiva, vetrina per una sorta di nuovo collezionismo, capace d’investire sui talenti artistici emergenti e su una concezione secondo la quale, per ammissione della stessa galleria che ospita la mostra, l’arte dovrebbe essere di tutti e per tutti. La mostra rimarrà aperta al pubblico  a partire da domani dalle h 16 alle h 19. e fino al 10 gennaio 2010.

Per maggiori informazioni sulla galleria Accademia Contemporanea, vai su:

Accademia Contemporanea

Annunci

Le tele di Bios Vincent al S.I.A. Guest di Rimini

•25 novembre 2009 • Lascia un commento

Bios Vincent ha preso parte alla mostra collettiva allestita nei padiglioni della fiera di Rimini dal 21 al 24 novembre in occasione del S.I.A. Guest, uno degli happening più importanti per gli operatori del settore alberghiero. E l’accoglienza è stato proprio il tema scelto dal curatore dell’allestimento, il professore Andrea Del Guercio, che insegna all’Accademia delle Belle Arti di Brera e che per la Galleria Arte Mosaico + ha selezionato i 10 autori di questa collettiva. Logica ha voluto che le opere scelte da Bios Vincent per rappresentare in questa sede la propria dimensione artistica siano state le due tele intitolate “Angelo” e “Angelo e Vergine”, appartenenti entrambe alla collezione degli Angeli, che L’architetto Michele Premoli Silva, curatore in altre occasioni delle mostre di Bios Vincent, definisce con queste parole: « Gli angeli instabili ed improbabili che secondo Vincenzo ci proteggono hanno combattuto importanti battaglie, hanno rischiato di cadere e anche quando sono caduti hanno continuato a vegliare sui nostri bambini. Sono angeli vulnerabili ma invincibili, soffrono per noi e con noi ma ci ricordano che dobbiamo continuare a credere… in noi stessi ». Da un punto di vista squisitamente tecnico invece, le tele esposte ribadiscono la singolare presenza cromatica e la profonda realtà simbolica delle opere di Bios Vincent, ben riconoscibili come veri punti di forza e caratteristiche comuni di tutta la sua attività artistica.

Bios Vincent a Paratissima 5.2, un primo bilancio

•20 novembre 2009 • Lascia un commento

Come volevasi dimostrare…una rassegna festosa e variopinta, in cui l’arte, in tutte le sue forme e declinazioni, l’ha fatta da padrona. Questo è stata Paratissima 5.2, la quinta edizione del più importante evento artistico torinese, tra quelli collaterali e alternativi rispetto ad Artissima. Quest’anno per la prima volta vi ha partecipato anche Bios Vincent, che ha così iniziato a farsi conoscere nel capoluogo piemontese, realizzando l’allestimento intitolato “Pinocchio Crocifisso, Angeli e Penitenti”. Le tele della collezione degli Angeli e l’assoluta novità rappresentata dai Pinocchi penitenti in ceramica ericina hanno fatto da adeguata cornice dell’opera principale della mostra, il Pinocchio Crocifisso, che nelle intenzioni dell’artista simboleggia la morte della fantasia per mano del mondo moderno e la sua successiva rinascita, come possibilità intrinseca in ogni essere umano. La partecipazione a Paratissima 5.2 per Vincent è stata la maniera per cercare un primo contatto con la dimensione artistico-culturale propria della città di Torino. Ma la collocazione della mostra all’interno di uno spazio collettivo, in cui pittori, scultori, fotografi e moltre altre tipologie di artisti hanno convissuto per tre giorni dal 6 all’8 novembre è stata anche un’esperienza che potrà avere un seguito, attrvaerso l’avvio di future forme di collaborazione basate su idee e spunti di riflessioni comuni agli artisti che in quell’occasione hanno cominciato a conoscersi.

Leggi anche l’articolo pubblicato su La Stampa.it

Ascolta l’intervista rilasciata per Gru Radio da Bios Vincent nel corso del programma “Il Salotto di Mao” (parte 3)

Guarda il video su Paratissima 5.2 (riprese e montaggio di Salvatore Cascone)

Se invece vuoi saperne di più sugli artisti che durante Paratissima 5.2 hanno esposto all’interno della stessa location di Bios Vincent, visita il loro gruppo su facebook

Presentazione dell’allestimento “Pinocchio Crocifisso, Angeli e Penitenti”

•4 novembre 2009 • Lascia un commento

Pinocchio è l’immagine della _FANTASIA_ lo sguardo disincantato dell’anima

Pinocchio è tormentato dalle BUGIE DEL MONDO. __

OGGI SI ARRENDE.__

La fantasia è inchiodata alla croce. _____ il sacrificio ultimo__ LA MORTE necessaria ALLA RINASCITA

Pinocchio SALVA IL MONDO !

Pinocchio anche se si trova inchiodato alla croce, non vuole sostituire cristo. Pinocchio si fa carico del significato e dell’immagine della fantasia, dove ogni essere umano può ritrovare se stesso, la sua ingenuità, e il suo sguardo disincantato verso il mondo.

La croce è il simbolo della punizione, dell’uomo sull’uomo, pinocchio non è ancora uomo, ma lo diventerà.

L’artista sceglie di crocifiggere Pinocchio nell’esatto momento in cui è ancora un burattino, quindi non è l’uomo – pinocchio che viene sacrificato ma la fantasia di ogni essere umano.

I simboli che si ritrovano osservando l’opera sembrano gettati li a caso, ma ognuno di questi è una parte della vita dell’uomo già adulto, la cultura, la politica, il denaro e il bombardamento mediatico (come lo definisce l’artista ) che ogni giorno gli tolgono la sua spontaneità e la sua ingenuità .

Bios Vincent ospite al “Salotto di Mao”

•3 novembre 2009 • Lascia un commento

logogurradioBios Vincent sarà intervistato giovedì 5 novembre nel corso della trasmissione “Il Salotto di Mao”, a cura della redazione di Gru Radio. Lo show avrà inizio alle 19:30 presso la sede dell’associazione Artintown in via Berthollet, 25 a Torino. Mauro Gurlino, poliedrico artista torinese, comunemente conosciuto col nome di Mao, dialogherà con Vincent sui temi dell’allestimento realizzato per l’edizione 2009 della rassegna Paratissima. La puntata andrà in onda domenica 8 novembre, sulla frequenza FM 93.3 a Torino e in provincia, a partire dalle h 21.30 con un montaggio di spettacolo live e interviste in versione integrale.  Dal giorno successivo sarà invece disponibile in pod-cast su gruradio.it

In esclusiva le prime immagini della mostra “Pinocchio Crocifisso, Angeli e Penitenti”

•28 ottobre 2009 • Lascia un commento

Ecco finalmente le prime immagini della prossima mostra di Bios Vincent, dal titolo “Pinocchio Crocifisso, Angeli e Penitenti”.

CROCIF~1

L’allestimento sarà appositamente realizzato per la rassegna Paratissima 5.2 nel cui catalogo è inserito e sarà possibile visitarlo all’interno dello spazio espositivo di via Nizza, 33 a Torino, in zona san Salvario dal 6 all’8 novembre (venerdì 6 dalle 15.30 alle 24.00, sabato 7 dalle 10.00 alle 24.00 e domenica 8 dalle 15.00 alle 19.00).

 

 

 

 

 

 

 

Per raggiungere la location si veda la mappa qui riportata

mapdata

Bios Vincent a Paratissima 2009

•8 ottobre 2009 • Lascia un commento

Bios Vincent parteciperà alla 5° edizione di Paratissima, rassegna d’arte contemporanea e fotografia che si svolge ogni anno a Torino nel mese di novembre. Nello storico quartiere di san Salvario, che si estende attorno alla stazione ferroviaria di Porta Nuova e che fu uno dei primi punti d’approdo della grande immigrazione proveniente dal sud Italia, dal 6 all’8 novembre troveranno uno spazio espositivo gli ultimi lavori dell’artista. Pezzi quasi tutti inseriti nella serie dei Pinocchi penitenti e del Pinocchio crocifisso, con la quale Bios ha voluto dare seguito alla sua resa in forma artistica dei concetti di bugia buona e bugia cattiva. Il personaggio creato da Collodi, simbolo forte della storia del nostro paese, è messo nuovamente al centro di una singolare dimensione artistica. In lui rivive infatti il travaglio dell’uomo che si confronta con sé stesso e con gli altri. Tramite la sua figura ci si muove instancabilmente dalla molteplicità all’unicità dell’essere umano attraversando tutte le sue contraddizioni. In un gioco di punti di vista, come afferma lo stesso Bios Vincent, “il Pinocchio crocifisso sintetizza l’immagine che di Cristo avevano i farisei, ma non ci costringe per questa ragione a dare un’interpretazione univoca, lasciando ad ognuno invece la possibilità d’interrogarsi sulla fusione tra queste due figure”. Ben presto arriveranno le prime immagini inedite delle opere che si potranno ammirare durante Paratissima 2009. Ma, per il momento, basta sapere solo questo per capire che si è in presenza di un altro deciso passo nel percorso artistico di Bios Vincent.

Sullo stesso argomento leggi anche:

Paratissima 5.2 su Arte.go